Vento caldo - di Ugo Moretti. Il trionfo dell'eroe romantico, il desiderio di una vita migliore


"La nostra vita é una risultante di migliaia di incidenti, uno appresso all'altro, senza soluzione di continuità. Incontri, soste, parole inaspettate, mondi che si aprono a un batter ciglio, esseri e panorama di cui non si sospetta l'esistenza fino a che per un fortuito incidente, per circostanze indipendenti dalla prospettiva e dalla volontà non te li trovi davanti preparati, pronti al tuo ingresso. E' una jungla la vita, l'ho detto".

Vento Caldo é un eroe romantico. Un uomo che sceglie il suo nome sull'ebbrezza di un soffio caldo di uno scirocco che lo convince ad abbandonarsi al sogno di una vita migliore. Non ha un nome vero, fa il muratore ed è figlio di una donna che si prostituisce per sopravvivere. La notte, anziché riposare, preferisce leggere e studiare. La sua smania vagabonda e priva di orizzonti si conclude quando si innamora di Claudia, una donna borghese che si fa desiderare e che non lo ricambia come lui vorrebbe. I suoi desideri si trasformano. Lascia la vecchia stanza in affitto per andare a vivere nello studio di un pittore conosciuto per caso. Molla il suo lavoro e ne trova uno nuovo in tipografia.

Le sue amicizie diventano circoli di artisti e di intellettuali. Ma Vento Caldo non si accontenta, vuole ricchezza e riscatto sociale, vuole essere riconosciuto come borghese per arrivare all'amata.

Tutto diventa una corsa all'ascesa che quasi arriva a sfiorarlo, ma niente dura troppo a lungo.

"Il destino é all'angolo di ogni strada; così la nostra vita si forma e si fa dietro innumerevoli tangenti. Tutto dipende da un passo, fatto il quale quello che poteva essere la nostra probabile esistenza non vale più, scompare, e un'altra via diversa si presenta al nostro immediato futuro. Come a un gioco di scacchi."

Grazie alla pubblicazione di "Vento Caldo" portato in libreria da Readerforblind, Moretti ci accompagna con uno stile affilato e preciso tra la gioventù ribelle dell'Italia fascista in una Roma maestosa ma pur sempre complessa, abitata da artisti poverissimi, scultori beoni e amanti generose.

Vento Caldo é un uomo che sogna una vita migliore, desidera il riconoscimento sociale che gli manca e ambisce ad avere tutto ciò che é bello, donne compreso.

Della vita privata di Moretti sappiamo ben poco. E' stato amico e punto di riferimento di diversi artisti degli anni Cinquanta e Sessanta.

Ugo Moretti ebbe una carriera dispersiva e oscura, nonostante l'esordio promettente con Vento caldo, che ottenne il Premio Viareggio di Poesia ex aequo nel 1949 e che fu poi tradotto in otto paesi.

Accanto a quelli che sono considerati i suoi romanzi più significativi, va ricordata una nutrita produzione di gialli, sotto pseudonimo, di cui si è cominciato a parlare in seguito alla riproposta di uno di essi: "Doppia morte al Governo Vecchio" (1960 e 1990).

Moretti viene anche ricordato per le sue sceneggiature, tra le più famose: "Doppio delitto" (1977) e "La mano nera" (1973). Nel 1965 ebbe anche un ruolo come attore nel film "Con rispetto parlando".




Il merito di tornare a leggere e conoscerlo è di una nuova realtà editoriale, Readerforblind, che nasce come rivista online nel 2015, e già nel nome, un omaggio a Raymond Carver dichiara il suo interesse per i racconti. Nel 2021 si trasforma in casa editrice. Infatti, a fine 2020, dopo aver conseguito varie esperienze editoriali, i fondatori della rivista, Dario Antimi, Adria Bonanno e Valerio Valentini, fondano Edizioni Readerforblind, esclusivamente dedicata alla narrativa d’autore, tra riscoperte di classici dimenticati della letteratura italiana e nuovi voci contemporanee, italiane e straniere.

Ogni pubblicazione ha una tiratura limitata e ogni libro è numerato per esaltare l’importanza, il contenuto e il prestigio. Oltre a Vento Caldo di Ugo Moretti, ritroviamo L’amore muto di Pia Rimini, e altre pubblicazioni di classici come I superflui di Dante Arfelli e Zebio Còtal di Guido Cavani.

Una realtà che porta alla riscoperta autori poco noti o dimenticati per farne riscoprire l’importanza e la bellezza.