Il caso editoriale dell’estate 2015 : La ragazza del treno – di Paula Hawkins

Finalmente la tanto attesa recensione del giallo all’apice delle classifiche di questa estate 2015, stiamo parlando del libro “La ragazza del treno” di Paula Hawkins pubblicato solo qualche mese fa, che ha spiazzato tutti gli altri “competitor letterari” nella classica dei più venduti. Non tutti ne hanno apprezzato l’inizio, molto critici e lettori ne hanno sottolineato la lentezza narrativa. Io credo sia stata necessaria per farci addentrare meglio nella vicenda e farci conoscere la fragilità dei personaggi, il loro vissuto, la loro condizione psicologica. Purtroppo la normalità nella psicologia del genere umano non esiste, e quindi , come mostra la trama stessa di questo giallo, i personaggi che ci appaiono “più normali” con una vita apparentemente regolare, si rivelano essere coloro che nascono traumi e segreti che sconvolgono la loro intimità. Sarà proprio il personaggio o i personaggi che non vi aspetterete, ad essere il vero colpevole/i. Quindi non perdete tempo, se avete voglia e curiosità di non perdere il caso editoriale di quest’anno, e scoprire chi o cosa si nasconde dietro il vero movente omicida, avanti il libro vi attende!!!!!

La ragazza del Treno di Paula Hawkins Editore:Piemme

Sinossi

La vita di Rachel non è di quelle che vorresti spiare. Vive sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla periferia di Londra al suo grigio lavoro in città. Quel viaggio sempre uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma puntualmente a uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. Un appuntamento cui Rachel, nella sua solitudine, si è affezionata. Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei, sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta. Non come la sua. Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. La rassicurante invenzione di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia. Ma che cos’ha visto davvero Rachel?E perché é tanto legata a questa coppia che osserva ogni giorno?Cosa si nasconde dietro il passato della protagonista stessa?Il coinvolgimento é assicurato e divorerete in un baleno il libro con andatura famelica, ve lo assicuro.

“L’uomo non é mai contento di sé o della sua vita, tende sempre a guardare quella degli altri. Come si dice l’erba del vicino é sempre più verde. Bene, non esiste metafora più adatta per esprimere questo concetto. Tendiamo sempre, certo non tutti, a guardare con una lente di ingrandimento la vita degli altri, il mestiere che praticano, la loro abitazione, le loro finanze, il loro abbiglio, cercando sempre di essere all’altezza e facendo di ogni angolo un luminoso raggio. per non essere da meno. Bene, dobbiamo vivere la nostra vita senza ostruzionismo ne falsa ammirazione, verso gli altri. Non potete farci nulla: l’invidia esiste come esistono i cosiddetti rosiconi ma non abbiate paura anche loro impareranno prima o poi…”. (G.L.)

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now