Featured Review

Il nostro momento imperfetto - di Federica Bosco

 

"Se ami forte qualcuno, vivi sempre in un impercettibile stato di allerta, sempre sintonizzato sulla lunghezza d'onda del suo cuore, e a ogni interferenza o perdita di segnale ti preoccupi a morte".

 

Ho appena finito di leggere l'ultimo libro di Federica Bosco, pubblicato a Settembre 2018 per Garzanti. Come sempre rimane una lettura scorrevole e coinvolgente. La Bosco non sbaglia mai un libro perché i suoi libri non sono mai casuali. A differenza dei precedenti, come con l'ultimo pubblicato a settembre 2017, Ci vediamo un giorno di questi, con questo libro sperimenta la storia di un amore vissuto in età adulta. Alessandra ha quarantacinque anni, e dopo quattro anni, prossima alle nozze, scopre che il suo compagno Nicola, é un traditore seriale, pervertito e lurido bastardo. L'immagine del fidanzato modello, presente e amorevole, crolla durante un click touch per aprire un app di noleggio biciclette. Lei, docente di fisica all'università di Torino, é una donna che ha messo sempre davanti ad ogni cosa il rispetto delle regole e il successo accademico. A differenza della sorella Gaia, tornata a vivere con i genitori dopo aver partorito due figli con due uomini diversi, alla ricerca costante di sé e del suo posto nel mondo, Alessandra é una donna riflessiva e severa con sé stessa. 

Perché fino a un momento prima tutto le appariva perfetto, e invece ecco la mazzata sulla testa che le arriva quando tutto era sincronizzato, incluso il suo cuore.

"Il problema é che crediamo di esserci evoluti dai tempi dalla clava, ma la verità é che siamo ancora tutti lì. Siamo solo diventati più sofisticati e tecnologici". Nicola ha una schiera di amanti, compresa la migliore amica di Alessandra, foto abbastanza spinte su un cellulare nascosto e un fidanzamento ufficiale con una ragazza molto più giovane di lui. La vita di lei va letteralmente in frantumi, calpestati e buttati nel primo bidone della pattumiera che incontri per strada, uno qualunque ovviamente.

 

"La nostra capacità di farci del male é direttamente proporzionale ai buoni consigli che siamo capaci di dare agli altri". La sua vita deve ripartire da capo, sperimenta incontri flash tramite Tinder, cambia le tende di casa, ma nulla sarà come prima. Un giorno pero', mentre assiste alla lezione di nuoto dei due nipoti, Apollo e Tobia ( e da qui capirete che soggetto é Gaia, la sorella), incontra per caso Lorenzo. Lui é un uomo mite, padre di Greta, una bambina capricciosa vittima della madre, una donna cinica e attaccata solo al denaro. Lorenzo s'innamora perdutamente di Alessandra. Finalmente sboccia un amore puro, vero, semplice e atteso. Quell'amore per cui ha senso combattere e sfidare il tuo peggior nemico.

"L'amore, finché non provi quello che ti rivolta come un calzino, non puoi sapere cos'é. Conosci qualcuno che ti piace e per qualche mese ne sei attratto, ma poi le cose si stemperano e diventa una scelta che rinnovi giorno dopo giorno".

Da qui Alessandra capisce che Nicola era l'uomo sbagliato e la persona a cui sarà grata per non essere stata condannata ad una eterna infelicità.

 

"Avrei anch'io vissuto un'esistenza scontata, lineare, procedendo bendata, senza mai uscire da quei contorni definiti che credevo fossero il punto di arrivo. Se ti dicono che il paradiso esiste, non lo vai a cercare e ti accontenti di quello che c'è. Mi sarei persa un caleidoscopio di emozioni e brividi, lo struggimento e la mancanza fisica che ti toglie il fiato. Tutto questo per Nicola non lo avevo mai provato. Avevo provato un amore standard, avevo riposto in lui molta fiducia, e sperimentato una grande voglia di costruire insieme, certa che bastassero. Ma che mi mancasse l'aria quando non lo avevo intorno, come mi succedeva con Lorenzo, non avevo idea di cosa volesse dire".

 

Purtroppo i problemi che deve affrontare Alessandra sono tanti e non riguardano solo lei stessa. Lorenzo é un uomo vittima di una figlia egoista e di una ex moglie che lo usa come meglio può, ricattandolo e obbligandolo a fare due lavori, pur di pagarle gli alimenti. Gaia, la sorella, é una donna instabile e poco equilibrata. Insomma sarà una svolta difficile e con numerose lacrime, ma se due persone sono destinate a stare insieme, si affronta anche la peggior tempesta.

Ho apprezzato personalmente molto questa frase riportata nel libro.

"Non esiste una sofferenza che non meriti rispetto, meno degna, o risibile; ognuno ha il suo punto di rottura e, una volta raggiunto quello, non si torna indietro, si azzera e si prova a fare qualcosa di diverso, e di nuovo".

Spesso giudichiamo qualcosa di giusto o sbagliato nell'altro, senza pensare che forse, per chi abbiamo davanti, esiste un sentimento di cui abbiamo dimenticato il senso.

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now