Featured Review

Così vicino non importa quanto lontano - di Cinzia Milite

April 29, 2016

"Perché ci s'innamora a prima vista? Perché le molecole dell'altro hanno emesso il segnale al momento giusto. Perché é la proiezione dello schema edipico infantile. Perché l'odore dei suoi feromoni ci ha condizionato a sceglierlo senza possibilità di fuggire. Forse per tutte queste ragioni. Ma anche perché l'amore é ciò che rende la vita degna di essere vissuta, in qualsiasi forma prenda nel nostro cuore. Innamorarsi é bello ma rischioso, amare é un problema e seguire la legge del cuore é una rivoluzione. Ma é ciò che ci eleva e ci fa sentire che noi siamo qui per complicare e completare l'affresco. Ciò che ci rende unici e ci accomuna agli altri". 

 

Due cuori possono amarsi a prima vista? Possono essere così simili da cercarsi a vicenda anche se distanti e dopo tanti anni? Cinzia Milite ci permette con questo libro di sognare tutto questo. Due giovani ragazzi s'incontrano e si amano anche senza pronunciare nulla. 

Christine Harris é una giovane aristocratica romana, una ragazza obbediente ai comandi di una madre severa e calcolatrice che le impedisce di godersi la sua età senza pensare agli obblighi sociali dell'alta borghesia. A quattordici anni conosce Nathan, un ragazzo londinese dallo spirito indomito, cresciuto in una famiglia con uno stile di vita anticonformista, molto lontano dall'ambiente ovattato e stereotipato in cui vive Christine. L'occasione di una vacanza in una località balneare permetterà loro di conoscersi e di innamorarsi. Tanto diversi, ma anche così simili. Christine conosce meglio se stessa  e in un diario ripercorre a ritroso i momenti salienti della sua vita, racconta del loro incontro e di come esso ha determinato la sua stessa esistenza.

 

Si può' vivere di illusioni? Purtroppo non per sempre. Prima o poi devi prendere di petto la vita e affrontarla anche se fuori c'è una tempesta. Devi lasciare tutto per cercare te stesso e trovare, nel bene o nel male, quello che vuoi raggiungere. La somiglianza di queste due anime, protagoniste del libro, racchiude questa ricerca e questo percorso interiore.

 

Io giudico questo libro come una vacanza, una parentesi di amore e felicità, una storia trascinante in cui la protagonista dedica tutta la sua vita a celebrare l'amore, sino a spingerla a cercarlo ovunque, in ogni parte del mondo, dal Brasile all'Australia, perché non può dimenticare quello che ha provato in quella vacanza. Lei ha amato, anche se per poco e silenziosamente, solo lui.  

 

Cinzia Milite non é alla sua prima opera, vincitrice di numeri premi come nel 2002 il Premio Montessori- Raffello Editore, nel 2011 il Premio "Uno su cinque scegli il tuo libro e molti altri. Nel 2008 pubblica il racconto "Sotto lo stesso sole", nel 2012 "Diego Cortes e il giorno fuori dal tempo" e nel 2013 "L'Era dei venti". Nel 2015 ha pubblicato "Così vicino non importa quanto lontano" che credo rimarrà nel mio cuore di lettrice per molto tempo. Leggero, ben scritto, appassionante e indomito come le personalità dei due protagonisti, questo libro mi ha emozionato e commosso poiché ti permette di viverlo dal suo interno e non sono come un passivo spettatore.

 

Ringrazio molto la persona che mi ha consigliato questo libro, come regalo per mia madre in occasione del suo compleanno, a cui non ho resistito neanche io e l'ho divorato in pochi giorni, grazie Saro della libreria Be Book, un angolo di sapere e passione  per i libri nella città di Saronno.

 

Buona lettura da Viaggi Letterari!

 

 

Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now